Il gruppo, la visione, gli accordi di base


Il gruppo

Come in natura, anche in un gruppo umano, diversità è ricchezza. Nel nostro gruppo non c’è un leader, ma ognuno di volta in volta è responsabile e guida gli aspetti del lavoro che gli riescono meglio, o le situazioni in cui è più preparato. Ognuno ha sviluppato le sue capacità e la sua ricerca in campi specifici, ma non c’è specializzazione: ci piace lavorare insieme, fare tutti i lavori e scambiarci i ruoli quando è possibile.

Come succede in molti ecovillaggi e progetti comunitari, nei primi dieci anni il gruppo si comporta come una fisarmonica: il numero delle persone aumenta e diminuisce di continuo. Molte persone hanno condiviso con noi tratti dei loro percorsi, ma  attualmente la comunità di Corricelli è composta da 6 membri: Anja, Enzo, Marco, Marilia, Eduardo e Linda. Tutti sono membri e soci fondatori di Basilico e nel 2014 hanno fondato l’associazione di promozione sociale Corricelli che rappresenta giuridicamente e tutela la piccola comunità dei residenti ed ha acquisito in enfiteusi la proprietà del borgo e dei terreni, che ora è quindi collettiva.




Enzo Lanati, diplomato in Permacultura e membro dell’Ecovillaggio Corricelli,
è boscaiolo e giardiniere, esperto di
tecniche di autocostruzione in edilizia con materiali naturali, 
pratica l’ ingegneria naturalistica, è appassionato di ecologia sociale
.

 

 

 

Anja Maluck, insegnante di Biodanza, apicultrice,
appassionata della raccolta di erbe officinali e della cura degli animali.
E’ attiva nella Rete Italiana dei Villaggi Ecologici

 

 

 

Eduardo Montoya, allievo di Marshall Rosemberg, insegna la Comunicazione Empatica, aiuta e ha aiutato a formarsi molti gruppi di pratica  e porta nelle comunità l’approccio del Comunity Building.

 

 

 

 

Linda Gutierrez pratica la meditazione Vipassana dal 1991.
E’ insegnante di Minfullness (presenza mentale) e ha

seguito percorsi formativi con Thich Nath Han a Plum Village.

 


 

Marco Naldini , artigiano della pietra e diplomato in Permacultura; 
è appassionato di botanica e co-fondatore della

Libera Scuola di Agricoltura Sinergica Emilia Hazelip

 

 

 


Anche Marilia Zappalà è co-fondatrice della Libera Scuola di Agricoltura Sinergica Emilia Hazelip; è interessata alle dinamiche di gruppo, all’ecologia delle relazioni e alla pratica del Metodo del Consenso; è Facilitatrice e diplomata in Permacultura.


 

 

 

La Visione

Desideriamo essere felici e siamo convinti che la nostra felicità sia intimamente legata alla consapevolezza di essere parte della Natura. E crediamo che la condivisione equa delle risorse della vita fra noi umani e il nostro ambiente, possa nutrire e rendere duratura questa felicità.
La cura di un’ecologia delle relazioni ci permette di rispettare i bisogni e di stimolare i talenti di ognuno, e di esprimerci con passione e autenticità all’interno di una rete affettiva.
Il luogo che abbraccia la nostra visione è un ecovillaggio progettato secondo i principi della permacultura: una progettazione condivisa basata sull’osservazione e sull’azione meditata, privilegiando il percorso rispetto ai risultati.
I criteri della progettazione nascono dai bisogni fondamentali degli abitanti e del contesto ambientale, elaborati nei processi di comunicazione e di decisione di gruppo (consenso empatico), in consonanza con gli obiettivi ecologici del progetto, quali il “sequestro della CO2” e la riduzione dell’impronta ecologica.
Il villaggio mira alla massima biodiversità, auspicando la convivenza tra un numero sostenibile di bambini, adulti e anziani con le altre specie ben tollerate dal territorio, dando vita a un gruppo residente che costituisce un nodo della rete locale in Transizione, collegata a sua volta con la rete della cittadinanza planetaria.La base comunicativa, affettiva e spirituale del gruppo viene curata attraverso metodi come la comunicazione empatica e il consenso, la Biodanza, e altri percorsi, promossi da amici e abitanti, che rappresentino opportunità di formazione e di crescita per il gruppo.

Gli accordi di base