La Comunicazione Empatica

È possibile creare delle organizzazioni e dei sistemi che servano la vita e che siano rivolti a dare risposta tanto ai bisogni degli esseri umani quanto a quelli del nostro ambiente?
Ecologia delle relazioni e attenzione ai bisogni della persona sono aspetti da coltivare per sentirci, come esseri umani, parte di un processo di riconnessione alla Natura. Nell’ambito dell’Associazione Basilico si è avviato un percorso di formazione in gruppo per risvegliare l’attitudine all’ascolto e all’empatia nella comunicazione. Ci ispiriamo al metodo della Comunicazione Non Violenta creato da Marshall Rosemberg, e lavoriamo perché diventi una solida base nella nostra pratica del Metodo del Consenso.

Attraverso la Comunicazione Empatica siamo in contatto con ciò che è vivo dentro ciascuno di noi in ogni momento, con ciò che possiamo fare per rendere la vita più bella, e con la consapevolezza di ciò che ostacola la nostra disposizione naturale a dare e ricevere. Il linguaggio della CE rafforza la nostra capacità d’ispirare empatia nelle altre persone e d’ascoltare con empatia tanto loro quanto noi stessi. La Comunicazione Empatica marca un percorso che ci aiuta a reimpostare come ci esprimiamo, come ascoltiamo e come risolviamo i nostri conflitti, focalizzando la nostra coscienza sull’osservazione, le emozioni, i bisogni e le richieste concrete. Il linguaggio della comunicazione nonviolenta risveglia la nostra empatia e la nostra sincerità e viene anche chiamato “il linguaggio del cuore”. (Dalla brochure pubblicata dal Centro Esserci, riferimento della Cnv in Italia).
Su questo affascinante tema lavoriamo grazie all’esperienza di uno dei soci, Eduardo Montoya e ci incontriamo periodicamente per alcuni giorni per imparare e fare pratica.